---Baita---<---<---@

 

 

L’odore della legna che brucia nel camino e quello del pane appena sfornato, invadono quel piccolo luogo affascinante.

Il fuoco  illumina la stanza ed ombre tremolanti si proiettano sulle pareti.

La tavola é apparecchiata: un’ottima zuppa fumante e del vino rosso li attendono.

Si siedono. Tagliando il pane a tocchetti l’immergono nella zuppa tenendoli con le dita; poi, con gesti lenti, assaporano quella gustosa e succulenta pietanza.

Lui versa il vino ed  alzando i bicchieri  brindano alla pioggia che li ha costretti in quel rifugio fuori dal mondo…

Nella dispensa ci sono formaggi e salumi profumatissimi mentre, in una cesta, si mostra invitante della frutta secca.

La zuppa riscalda… ed il vino inebria, fuori il mondo ha cessato di esistere.

Sembra siano gli unici esseri viventi, rimasti sulla terra, che stanno assaggiando le delizie di un paradiso ancora non raggiunto dalla tecnologia….

Senza una parola, contemporaneamente, si trasferiscono sul morbido tappeto posto davanti al camino, portando con loro la cesta della frutta secca, la bottiglia ed i bicchieri.

Ogni tanto buttano i gusci nel fuoco, provocando degli scoppiettii scintillanti.

Si scambiano la frutta, lei offre a lui le mandorle, lui a lei le noci, ogni tanto un sorsetto, con dolci sorrisini d’intesa.

Il volto di lei sembra trasfigurato dal calore del vino e dalla luce ondeggiante della fiamma.

Il volto di lui sembra trasfigurato dal desiderio che sente crescere…

Toglie gli oggetti che la donna tiene in mano ed inizia ad accarezzarla e ad avvicinarla a se, poi comincia a baciarla partendo dalla fronte, sul naso, dietro le orecchie, sul collo, sul mento ed infine incolla le labbra a quelle di lei, assaporandone ogni stilla di desiderio…

Non riescono a staccarsi; entrambi cercano di prendere il più possibile; un pò con delicatezza un pò con avidità…

Si allontana un attimo, prende da una mensola un vasetto di miele, lo apre, vi intinge l’indice e lo porge a lei da assaggiare…

Rose… prende a sbottonargli la camicia e con delicatezza inizia ad accarezzargli il petto, mentre assapora dolcemente quel delicato miele di fiori d’arancio… anche lei intinge il dito e prende a strofinarlo sulle labbra di lui che poi ripulisce con le proprie…

Alla complice luce del camino, si denudano l’un l’altro…

Ed è così che si ritrovano alle prime luci dell’alba.

 

 

 F...R/C